Pagania.it
Home EMail Album
  Notizie     
 
Immagini

Il silenzio uccide (6817)
Visitatori
Visitatori Correnti : 13
Membri : 0

I preferiti
Arcipagania (2608)
Arealocale (2317)
Iscritti
 Utenti: 288
Ultimo iscritto : frency
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 31
 
 Commenti: 10
 
 Immagini: 29
 Immagini viste: 145639
 
 Materiale: 3
 Totale scarichi: 2569
 
 Articoli: 183
 Pagine: 178
 Pagine lette: 331424
 
 Siti web: 17
 
 Notizie: 676
 
 Sondaggi: 13
 
 Preferiti: 724
 Siti visitati: 62935
 
 Post sui forum: 26
 
 Eventi: 70
Versioni
 
si puo' produrre metano con un impianto fai da te? si, ecco come.
Inserito il 27 novembre 2012 alle 14:26:00 da admin. IT - Ambiente
Indirizzo sito : Consulente-energia


1) L'ENERGIA DA BIOGAS PRODOTTA DAI RIFIUTI ORGANICI Non tutti sanno che è possibile produrre energia da biogas realizzando un piccolo generatore di metano fai-da-te. Il produrre metano dal letame utilizzando un digestore dei propri rifiuti su piccola scala è un progetto alla portata di molte piccole fattorie, ma si possono immaginare impianti che impiegano anche altri tipi di rifiuti: ad es., il letame fognario o i rifiuti organici urbani. Infatti, ogni volta che i materiali organici vengono decomposti dai batteri in maniera anaerobica (cioè in assenza di ossigeno) si creano biossido di carbonio e metano, il gas incolore, inodore ed infiammabile ampiamente usato come componente principale del gas che arriva nelle nostre case per riscaldare e per cucinare. La combustione del biogas permette di trarre energia sotto forma di calore, utilizzabile direttamente ad es. per il riscaldamento invernale ed eventualmente in cogenerazione per produrre elettricità. Così, una fattoria può diventare parzialmente o addirittura totalmente autonoma dal punto di vista energetico.

2) STRUTTURA DI UN PICCOLO IMPIANTO GENERATORE DI METANO Il principale componente di un impianto a biogas è il digestore, che è il contenitore in cui vengono inseriti i rifiuti organici di origine animale o umana, di solito con l'aggiunta di acqua per raggiungere condizioni anaerobiche. Nei digestori più sofisticati, come ad es. quelli industriali, il materiale viene anche miscelato con una qualche tecnica (agitatori meccanici con turbine a bassa velocità, insufflaggio di biogas dal fondo, etc.) per favorire il contatto fra batteri e substrato, omogeneizzare la temperatura ed evitare la sedimentazione del fango. Un altro recipiente collegato al primo, chiamato contenitore del gas, è invece usato per captare e conservare il gas prodotto, dal quale viene prelevato tramite un tubo per essere utilizzato come combustibile. Lo stoccaggio "a volume variabile" - cioè con una sacca flessibile o un tamburo mobile - è più facile, economico ed efficiente di quello con bombole ad alta pressione, regolatori o compressori (i quali, fra l'altro, richiedono energia per funzionare).

3) COME DIMENSIONARE IL VOSTRO GENERATORE DI METANO Il digestore è il contenitore in cui vengono inseriti i rifiuti organici di origine animale o umana, di solito con l'aggiunta di acqua per raggiungere condizioni anaerobiche. Un altro recipiente, chiamato contenitore del gas, è invece usato per conservare il gas prodotto, dal quale viene convogliato tramite un tubo per essere utilizzato come combustibile. Quali devono essere le dimensioni del vostro generatore di metano? Beh, se il metano viene generato attraverso il letame, occorre raccogliere per diversi giorni lo sterco in modo da determinare la relativa produzione media. Su questa base, è possibile dimensionare in modo appropriato il digestore. Ad esempio, se vengono prodotti solo 55 kg di sterco al giorno, è garantita la materia prima per un impianto di 8 metri cubi, mentre se è di appena 6 kg al giorno un impianto da 1 metro cubo risulta sufficiente. Per una famiglia di 8 persone con pochi animali (diciamo 8-10 mucche) può essere utilizzato un digestore di 10 metri cubi, con 2 metri cubi per il contenitore di stoccaggio gas.

    www.consulente-energia.com


 



4) QUALI SONO LE SORGENTI UTILIZZABILI DI ENERGIA DA BIOGAS Quasi tutti i rifiuti organici possono essere decomposti in un generatore di metano: piante, rifiuti animali ed anche rifiuti umani. In generale, il materiale morbido è meglio di quello legnoso. A livello comunale, è possibile ricavare dal materiale organico contenuto nei rifiuti quantita notevoli di biogas. Pertanto, le aziende municipalizzate sono particolarmente attive nella raccolta di questo materiale per produrre biogas e, con esso, energia elettrica. Si noti che, poiché il metano è un potente gas-serra, il 10% dell'impatto dell'uomo sul clima deriva proprio dai rifiuti di cibo che infiliamo nei bidoni della spazzatura e che finiscono per decomporsi in discarica, quindi il riciclare tali rifiuti organici per produrre alla fine elettricità è doppiamente utile. In progetti su piccola scala, è possibile generare metano addirittura dal letame fognario: il biogas è costantemente prodotto dai sistemi digestivi dell'uomo e, ad esempio, delle mucche: non a caso, le flatulenze sono emissioni di metano teoricamente infiammabile.   

5) VANTAGGI E SVANTAGGI DEI GENERATORI DI METANO I vantaggi principali sono i seguenti: sono semplici da costruire e da gestire; richiedono poca manutenzione; fanno un ottimo uso dei rifiuti organici; sono una fonte pulita e facilmente controllabile di energia rinnovabile; possono essere utilizzati per cucinare, per riscaldare, per illuminare, per costruire refrigeratori ad assorbimento e per far funzionare motori alimentati a gas; riducono i livelli patogeni dei rifiuti; impiegano il metano, un potente gas-serra; non producono cattivi odori a meno che non ci siano perdite. Gli svantaggi principali, invece, sono i seguenti: è molto più pratico produrre e utilizzare il gas nel posto in cui si trova la sorgente di rifiuti, poiché altrimenti è necessario comprimere il gas per il suo trasporto o convertirlo in elettricità; il metano è infiammabile e quindi può essere esplosivo, per cui l'area intorno al digestore deve essere ben ventilata per evitare l'accumulo di di gas intrappolati; i microbi presenti nel digestore sono pur sempre dei potenzali agenti patogeni per l'uomo.


Letto : 3154 | Torna indietro
 
Lettore Mp3
nuova finestra
Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:
Chat
Sondaggio
Quale dovrebbe essere la priorità dell'amministrazione comunale di Roccabernarda?
Viabilità / sicurezza stradale
Gestione dell'acqua
Maggiore trasparenza amministrativa
Valorizzazione del centro storico
Vota  -  Risultati dei sondaggi
Voti : 18
Eventi
<
Ottobre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 -- --

Questa settimana
 
 © AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina stata eseguita in 0,359375secondi.
Versione stampabile Versione stampabile